Influenza all’attacco? Schiera le tue difese naturali.

Influenza all’attacco? Schiera le tue difese naturali.

 

L’inverno è alle porte e le forze del male si stanno preparando a sferrare il loro attacco!

Ok, non esageriamo… Se con l’arrivo del freddo l’influenza e il raffreddore tornano - come ogni anno - a farvi sgradita visita, non fatevi cogliere impreparati.

Vediamo innanzitutto i sintomi

Questi sintomi non mentono: ci dispiace avvertirvi che avete preso una bella influenza.

Niente di grave, però non sottovalutatela e rivolgetevi al medico per decidere come intervenire.

Una volta che vi siete ammalati poi non c’è molto da fare, se non curarvi secondo indicazioni mediche, farvi coccolare dai familiari e avere pazienza.

Ecco perché contro l’influenza è così importante giocare d’anticipo: la fine dell’autunno è il momento giusto per prevenire i cosiddetti malanni di stagione, ad esempio potenziando le difese del vostro organismo.

 

Cos’è l’influenza

L’influenza – insieme al raffreddore – è la più “classica” delle malattie infettive contagiose, causata da un virus che cambia le sue caratteristiche da un anno all’altro, rendendo perciò più difficile combatterlo. Si trasmette molto facilmente e, una volta avvenuto il contagio, il periodo di incubazione dura da 1 a 4 giorni; poi da quando compaiono i primi sintomi dovrete attendere altri 5-6 giorni per considerarvi guariti.

 

Come si presenta

I sintomi dell’influenza sono inconfondibili: febbre e brividi, dolori a ossa e muscoli, mal di testa e debolezza generalizzata non vi lasceranno certo alcun dubbio sulla loro origine. Normalmente non è una malattia grave e tende a guarire in modo spontaneo, però bisogna fare attenzione a eventuali complicazioni, che possono anche risultare gravi in alcuni soggetti a rischio (bambini piccoli, anziani e pazienti con patologie croniche).

 

Prevenire è meglio

La nutraceutica ha scoperto da tempo le sostanze naturali più efficaci nel proteggervi dall’influenza: siete curiosi di sapere quali sono? Va bene, ve lo diciamo: il segreto sta tutto in un fungo (pleurotus ostreatus), dal quale si estrae una molecola chiamata β-glucano, oltre che nella più nota vitamina C.

Non tutti i β-glucani sono uguali

I β-glucani svolgono dunque un importantissimo ruolo di stimolazione immunitaria, ma gli effetti benefici per l’organismo dipendono in buona parte dalla loro qualità, ovvero dalle dimensioni, dalla purificazione e dalla complessità della struttura.
Le molecole più efficaci, ottenute con tecnologie avanzate, e impiegate negli integratori nutraceutici di miglior qualità, possiedono un elevato peso molecolare, una purezza superiore al 95% e una struttura con molte ramificazioni.

Vade retro, germi!

Per finire, ecco i famosi consigli in più per rendere la vita difficile a virus e batteri:

Che la battaglia abbia inizio, siamo sicuri che vincerete voi!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Per poter visualizzare il sito web,
ruota il tuo device