Le posizioni corrette nel sonno: dormi bene, vivi meglio.

Dimmi come dormi e ti dirò come sarà la tua giornata: riposare bene è fondamentale per il nostro (e altrui!) benessere quotidiano, ma la qualità del sonno dipende da fattori insospettabili.

Uno di questi è la posizione.

Se avete uno o più di questi problemi, sappiate che siete in buona compagnia.

Le statistiche dicono infatti che ben il 70% degli italiani accusa disturbi del sonno di varia origine, naturalmente con conseguenze negative sul fisico e sull’attività quotidiana: dolori “assortiti”, cali di attenzione, sonnolenza, irritabilità.

Dormire bene è la base del nostro benessere, ma questo semplice obiettivo sembra essere una chimera per la maggior parte delle persone.
Come mai?

 

La posizione giusta: a ognuno la sua

Ansia e stress, orari sregolati, alimentazione sbagliata, uso di smartphone e tablet prima di addormentarsi… nella lista delle cause più diffuse di un cattivo riposo dovrebbe rientrare anche la posizione che teniamo abitualmente a letto.
Non esiste la posizione giusta in assoluto: ogni persona è diversa, e tutto dipende dalle sensazioni individuali e dal saper “ascoltare” il proprio corpo.

In fondo, Alessandro Magno dormiva sempre con una spada e una voluminosa copia dell’Iliade sotto il cuscino, ma non risulta che abbia mai avuto problemi di sonno.

Le 3 posizioni più diffuse

Il ruolo della nutraceutica

Dormire male, infatti, ci porta talvolta a tenere nel sonno posizioni insolite e potenzialmente fonte di disagi fisici. Ed è qui che entra in gioco la nutraceutica, che, con i suoi integratori, fa parte delle strategie naturali di “promozione” del sonno salutare, insieme a uno stile di vita più tranquillo, attività fisica e dieta equilibrata.

Sono molte le piante che possiedono virtù benefiche per il nostro riposo: Valeriana, Passiflora, Biancospino, Camomilla e Melissa. Sono in grado di favorire il sonno fisiologico grazie all’effetto calmante sul sistema nervoso, soprattutto in periodi di stress, agitazione e affaticamento mentale.
Anche gli integratori nutraceutici contenenti Melatonina, ormone naturalmente prodotto dal nostro organismo, possono rivelarsi preziosi per risolvere i disagi del dormire. Questa sostanza funziona infatti da “orologio interno” e, regolando il ritmo giorno-notte, facilita l’addormentamento, migliora la qualità del sonno e favorisce un buon risveglio.

 

N.B. Ricordiamoci che i disturbi del sonno sono comunque una cosa seria e non vanno assolutamente sottovalutati, perché potrebbero portare a serie complicazioni: quando si prolungano per più di un paio settimane è consigliabile rivolgersi al medico per un consulto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Per poter visualizzare il sito web,
ruota il tuo device